Gioie di Stoffa | Tsumami Zaiku

CARATTERISTICHE
DOVE

Spaziootto, Cescot Veneto, via Savelli, 8 Padova

QUANDO

sabato 17 novembredalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

COSTO

70 euro + iva
Scopri i nostri sconti e gratuità

ISCRIZIONE

fino al 7 novembre 2018

RIVOLTO A a tutti
INFO E CONTATTI

spaziootto@spaziootto.eu

Tel 049 8174601

IN COLLABORAZIONE CON:

Per iscriverti utilizza il pulsante per l’iscrizione su Eventbrite. Per gli aderenti ad Ente Bilaterale, Confesercenti e CashBack scopri in questa pagina gli sconti riservati.

DESCRIZIONE

Officina Spaziootto in collaborazione con L’Associazione YUME e con Momo Kanzashi, propone il Laboratorio GIOIE DI STOFFA – TSUMAMI ZAIKU antica tecnica giapponese.
Questo laboratorio full immersion insegna le tecniche di piegatura della stoffa per creare fermagli, spille, fiori come i Sakura, stupendi fiori di ciliegio che tingono le città giapponesi. Lo tsumami zaiku è un tipo di tecnica giapponese di lavorazione della stoffa, che prevedere l’utilizzo di rettangoli di tessuto, da cucire assieme creando fiori e alte decorazioni.
Questa tecnica è nata intorno al periodo Edo (1604 – 1868) ed è poi evoluta nel corso dei secoli, arrivando a creare piccoli capolavori di stoffa da indossare.
Questo laboratorio è dedicato a chi desidera cimentarsi in questa tecnica, verranno fornite le tecniche di piegatura della stoffa per creare dei fiori, ma tale tecnica può anche essere sfruttata per elaborare altre forme e gioielli.
Un full immersion sabato 17 novembre 2018 così strutturato:
Mattina dalle 10 alle 13, argomenti: cenni storici della tecnica e indicazioni per le principali tecniche di piegatura. Gli allievi cominceranno così a creare gli elementi che andranno a formare un fermaglio per capelli floreale.
Pomeriggio dalle 14 alle 17, argomenti: tecniche di costruzione e arricchimento dello stesso fermaglio di elementi pendenti e altre tecniche di piegatura. Per ogni allievo ci sarà la possibilità di personalizzare il fermaglio creato portando perline o bottoni che vorrete usare nella composizione. Alla fine del laboratorio potrete indossare il vostro gioiello e le tecniche per realizzarne altri con un pizzico di fantasia.

Strumenti e materiali forniti: stoffa e pistilli di vari colori, cordoncino, pinzette di precisione, colla, palette per la colla, mollette per capelli, mollette varie.

Strumenti richiesti: vi chiediamo di premunirvi di matita, gomma, squadretta-righello, forbice da stoffa e da cartoncino, forbicine, un compasso, un ago da cucito, uno straccio per la pulizia di mani e strumenti e due contenitori con tappo (come quelli di ricotta e mascarpone per esempio).

Veronica Piccolo

VERONICA PICCOLO

Dopo il percorso di laurea in Arti Visive – Pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia, Veronica Piccolo continua il suo lavoro di artista sia come pittrice, con mostre in Italia, Austria e Cina, e sia come artigiana, con la creazione di costumi per il teatro e laboratori manuali di ogni genere. Il suo amore per il Giappone la porta a cimentarsi nella tecnica “tsumami zaiku” che consiste nella creazione di accessori (soprattutto Tsumami Kanzashi, i decori floreali tra le acconciature delle Geisha) piegando e incollando quadratini di stoffa. Una tecnica antica che risale all’incirca alla metà del periodo Edo ( 1603-1868), quando le donne cominciarono a portare i capelli raccolti e adornati da kanzashi (spilloni decorativi) si sviluppò anche la tecnica chiamata “ tsumami zaiku”, traducibile come lavoro di piegatura, attraverso la quale venivano creati molti tipi di fiori di stoffa, indossati a seconda della stagione: fiori di ciliegio in Aprile, ortensie in Giugno o crisantemi ad Ottobre. Questi tsumami kanzashi possono essere osservati ancora oggi tra le acconciature delle Maiko, le giovani apprendiste Geisha, ondeggianti ad ogni loro movimento che Veronica è riuscita ad adattare alla sua sensibilità artistica, a metà tra tradizione e innovazione. Il suo negozio online MOMO Kanzashi vanta così clienti da tutto il mondo.

TERMINA IL: Saturday November 17th, 2018 alle 23:59.

Condividi!

Tags: